La nostra storia

Il Vespa Club L'Aquila è nato negli anni 50. Siamo ancora in cerca di individuare la data di fondazione del club. Dai documenti in nostro possesso siamo risaliti fino all'anno 1955 dalla fotografia del VI° Congresso nazionale del Vespa club d'Italia in cui si intravede il segnaposto del nostro rappresentante. In quei anni il club era molto attivo oltre alle gite fuori porta, qui sotto potete trovare alcune delle manifestazioni che hanno organizzato.

 

Manifestazioni

 

storiche

 

  • 1° Giro Vespistico dell'Italia Centrale tappa di L'Aquila (31-03-1957)
  • Lazio-Abruzzi (1958)
  • L'Aquila-Pesaro (luglio 1959)
  • 1° Gincana (1960)
  • 2° Gincana

 

Il Vespa Club L'Aquila al raduno di Pescara. Era il 18 giugno del 1964


La sede del Vespa Club L'Aquila negli anni 50 e 60 era situata presso il concessionario Piaggio della famiglia Concordia Gaetano e Figli situata in corso Federico secondo al civico 27 in corrispondenza della traversa di via Bazzano

Il contenuto di Google Maps non è mostrato a causa delle attuali impostazioni dei tuoi cookie. Clicca sull' informativa sui cookie (cookie funzionali) per accettare la policy sui cookie di Google Maps e visualizzare il contenuto. Per maggiori informazioni, puoi consultare la dichiarazione sulla privacy di Google Maps.

 

Albo dei Presidenti

 

Presidenti dal 1950 al 1966

1954 ...

1955 ...

1956 De Benedictis M.

1957 De Benedictis M.

1958 Luzi A.

1959 Luzi A.

1960 Luzi A.

1961 Luzi A.

1962 Luzi A.

1963 Luzi A.

1964 Concordia A.

1965 Concordia A.

1966 Concordia A.

 

Presidenti dal 2008 ad oggi

2008 Moretti C.

ottobre 2008 Pellegrini A.

2009 Pellegrini A.

2010 Pellegrini A.

2011 Pellegrini A.

2012 Pellegrini A.

2013 Pellegrini A.

2014 Pellegrini A.

2015 Pellegrini A.

2016 Iannone A.

2017 Iannone A.

2018 Iannone A.

2019 Iannone A.

2020 Iannone A.

2021 Iannone A.

maggio 2021 Santucci L.

 



 

I loghi dal 2008 ad oggi

 

Con la rifondazione del club ci sono stati un susseguirsi di loghi a volte scelte da tutti e a volte imposte per capricci personale. Qui in basso potete capire il periodo di utilizzo ed abbandono.

 

BANDIERA  ITALIANA  CON  VESPA

 

Il primo logo in assoluto dalla rifondazione nel club anno 2008. E' stato utilizzato anche per la prima polo, il primo fascione ed uno smanicato. Alla fine dell'anno venne accantonato per trovare altri loghi visto che la vespa   

                                   nell'immagine era molto diffusa in rete.

VESPAQUILOTTO

 

Questo simpatico e originale logo venne proposto per la fine anno del 2008 e non venne mai utilizzato.

PRIME BOZZE DI LOGO

 

Fu il primo logo proposto nel 2009 ma fu subito bocciato per la scarsa qualità di grafica.

VESPISTI AQUILANI

 

Molti vespa club presentavano la storica corona con alll'interno delle personalizzazioni a seconda della zona. Nel 2009 venne proposto ai soci questo logo con due colori uno rosso e uno celeste. Venne scelto quest'ultimo che si utilizzò per la seconda polo, la prima felpa e la prima toppa. Si utilizzò fino al 2013.

SCUDETTO PER RADUNO 2010

 

Creato per il raduno del 2010, mai utilizzato per l'annullamento dell'evento.

SCUDETTO

 

Fece la sua prima apparizione nel 2010 come logo per il raduno (che per problemi tecnici venne annullato). Inserito negli anni successivi insieme al logo 2009 per poi diventare definitivo nel 2014. E' stato utilizzato per la terza polo, seconda felpa, seconda polo e per una sola giacca.

AQUILA VESPIZZATA

 

Nel 2015 il Vespa Club d'Italia segue le direttive del Vespa World Club di sostituire la corona e adeguare tutti i club mondiali. Le direttive sono le stesse per tutti (colori e impostazione scritte corona a seconda della nazione) la parte centrale invece viene lasciata libera scelta. Il direttivo scelse per questa aquila che venne utilizzata per la quarta polo, terza toppa, per la prima giacca e la prima placca. Utilizzata come logo principale dal 2016 fino al 2018, dal 2019 viene utilizzato per rappresentare la squadra sportiva.

LOGO STORICO

 

Nel 2018 nel congresso di Venezia del Vespa Club d'Italia molti rappresentanti si lamentarono del cambiamento del logo storico. Fu poi deciso di ripristinarlo per non perdere la nostra storia. In quell'anno anche il Vespa Club L'Aquila scelse il logo storico che venne deliberato in una riunione con i soci (l'unico rispetto agli altri loghi),  sopratutto perchè il nostro sodalizio aveva da pochi anni scoperto materiale della propria storia degli anni 50 e 60. Attivo dal 2019 è stato utilizzato per la quinta polo, la seconda giacca e terza toppa.


L'equipaggiamento storico

 

La tuta di rappresentanza

 

Siamo venuti a conoscenza che le tute erano almeno di 2 tipi. Quella con lo stemma del comune piccola è appartenuta al Sign. Emidio Concordia (figlio del concessionario dell'Aquila). Non sappiamo di che anno si tratti.

La seconda tuta, è appartenuta al Sign. Umberto Cialente segretario negli anni 60. Rispetto a quella del signor Concordia, ha i polsini e le cavigliere in lana, nella parte anteriore lo stemma del comune è più grande, ha la toppa del Vespa Club d'Italia con le vespe in senso opposto allo stemma storico del 1956 con una stellina che indicava che apparteneva al direttivo. Posteriormente la scritta L'Aquila ha la L che prosegue in basso lungo tutta la scritta e la a piccola. Qui sotto potete vedere le differenze tra le due tute.

Tuta parte frontale Sign. Concordia

Tuta parte posteriore Sign. Concordia

Particolare dello stemma del comune


Tuta parte frontale Sign. Cialente

Tuta parte posteriore Sign. Cialente


 

Il Casco

 

Non sappiamo se ci siano altri tipi di caschi. Quello che vedete in foto è stato trovato in molte foto delle manifestazioni dell'epoca. Frontalmente si può trovare la visiera in cuoio e la calcomania dello stemma storico del 1956, in alto si nota un prolungamento della striscia rossa che parte anteriormente che si riduce man mano che si dirige posteriormente e gli scacchi gialli e neri che ricoprono la parte bianca vicino alla cucitura per il cuoio.

Parte frontale

Parte superiore

Parte laterale


 

Il fascione di rappresentanza

Il fascione veniva posto sullo scudo della Vespa per differenziarsi dagli altri club. Ci sono stati tre tipi di fascioni; oltre a quello affianco che appartiene al Sign. Francesco Di Rocco si differenzia dai due sopratutto per lo stemma del comune posta sul lato sinistro, c'erano uno verde e nero con scritta bianca con lo stemma sulla destra e uno con la scritta VESPA CLUB L'AQUILA maiuscola senza stemma del comune

Uno dei fascioni utilizzati. In foto Carlo Iannini durante la manifestazione Lazio-Abruzzi.


 

La fascia lombare

La fascia lombare faceva parte dell'equipaggiamento dell'epoca. Utile per i lunghi viaggi è molto elastica presenta tre strisce in cuoio (2 ai lati e uno centrale). Al centro della striscia centrale vi sono 2 bottoni posti all'estremità; tra essi troviamo i gancetti in acciaio.


Nella foto di lato come si presentavano i soci del Vespa Club L'Aquila nelle manifestazioni anni 50/60.